Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



new (1)

Annunci_e_ricerca_testimoni.png


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1800 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
News
La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News
Comunicato stampa AIFVS - il 02/01/2014 * 20:31

Cancellieri.jpgL'AIFVS in rappresentanza delle vittime della strada condivide e sostiene l'impegno del Ministro Cancellieri per la riforma del reato di omicidio stradale da inserire nel codice penale e non nel codice della strada. 
Al Ministro verranno consegnate dalla Presidente dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Giuseppa Cassaniti oltre 30000 firme raccolte per il sostegno della proposta di legge che sin dalla scorsa legislatura l' AIFVS ha promosso e portato avanti fino in Parlamento con una  conferenza nazionale. 

Le pene minime attuali di 2 - 3 anni anche quando l'omicidio è commesso in stato di ebbrezza o sotto alterazione da stupefacenti o con azzardo e temerarietà' consentono ai criminali stradali di rimanere di fatto impuniti senza  scontare nemmeno un giorno di carcere e di continuare a guidare ed ad uccidere per cui l’AIFVS chiede al Ministro di raddoppiare le pene attuali portandole da un minimo di 4 ad un massimo di 18 anni e revocare la patente in caso di omicidio con specifiche violazioni del codice della strada come ad esempio il sorpasso azzardato con linea continua o investimento di pedone sulle striscie con effetto cautelare sin dalla sentenza di primo grado.
 
L'AIFVS chiede al Ministro di garantire una corsia preferenziale penale e civile per i processi di omicidio stradale,di rendere competente la Corte di Assise e di applicare i parametri del Tribunale di Roma per il risarcimento e la liquidazione del danno da perdita parentale nelle sentenze penali di condanna evitando così alle vittime di dover attendere anche dieci anni per l'integrale risarcimento.
 
L’AIFVS assicura al Ministro la sua collaborazione all'Iter legislativo della riforma con i propri autorevoli ed insigni  tecnici e giuristi per la massima compartecipazione sociale da parte delle vittime della strada.

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it