Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
Siete qui :   Home » News
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News
Campagna “Promessa anti trauma” - il 13/12/2012 * 21:11

Comunicato stampa


Giovedi 13 dicembre, 2012


Campagna “Promessa anti trauma”

Le vittime di incidenti stradali richiedono cure di emergenza efficaci


Le vittime della strada lanciano un appello ai medici di tutto il mondo per un impegno a migliorare le cure prestate a chi resta gravemente ferito in un sinistro stradale.
Migliaia di decessi potrebbero essere evitati con la tempestiva somministrazione di un farmaco poco costoso, l'acido tranexamico, che le vittime della strada desiderano sia utilizzato negli ospedali.
Nel tentativo di salvare vite umane, le vittime stanno chiedendo ai medici di fare la Promessa anti trauma: www.traumapromise.org.

La promessa è un impegno pubblico a rendere disponibile l'acido tranexamico quando necessario e a formare le squadre di primo intervento all’utilizzo del farmaco.

Lo studio internazionale CRASH-2 ha valutato l'effetto di acido tranexamico in 20.211 pazienti con emorragie a seguito di lesioni gravi (trauma). Entro tre ore dal trauma, il farmaco ha ridotto il rischio di morte per dissanguamento a un terzo. A meno di 10 dollari USA per il trattamento, è una frazione del costo di un litro di sangue in molti Paesi e uno dei più economici metodi esistenti per salvare una vita.

In un articolo pubblicato nello speciale di “The Lancet” sullo “Studio del peso mondiale delle malattie 2010” (Global Burden of Disease Study 2010), i rappresentanti delle organizzazioni di vittime e gli esperti di salute scrivono: "è uno dei più convenienti modi per salvare una vita, e potrebbe prevenire più di 100.000 morti premature ogni anno. Abbiamo le prove, dobbiamo usarlo al servizio dell'umanità.

L’articolo evidenzia che 1,3 milioni di persone muoiono ogni anno sulle strade.

Jeannot Mersch, presidente della FEVR (Federazione europea delle vittime della strada) ha detto:
"I familiari delle vittime della strada, rappresentando a livello europeo un’ampia componente delle persone traumatizzate da lutti improvvisi e violenti, rivolgono agli ospedali in Europa e nel mondo intero a firmare la "Promessa anti trauma”.
"Questa potrebbe davvero aiutarci a raggiungere l'obiettivo che la Commissione europea ha fissato, vale a dire una riduzione del 50% delle vittime della strada entro il 2020. Invitiamo gli operatori sanitari in tutto il mondo a impegnarsi di fronte alle rispettive comunità a esaminare i risultati ottenuti con l’acido tranexamico e ad utilizzarlo per migliorare la cura dei pazienti traumatizzati. "





Note: Per informazioni

1. F.E.V.R.  e  Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada – 06 4173 4624

2. Fonti: Haleema Shakur, Ian Roberts, Peter Piot, Richard Horton, Etienne Krug, Jeannot Mersch, “Una promessa di salvare 100.000 pazienti traumatizzati”, in The Lancet. DOI:

3. CRASH-2 è uno studio condotto con il coinvolgimento di più di 20.000 pazienti adulti in 274 ospedali di 40 paesi, ed è stato finanziato dall'Istituto nazionale inglese per la ricerca sanitaria (NIHR), nell’ambito del programma di valutazione delle tecnologie sanitarie. I risultati sono stati pubblicati su The Lancet nel giugno 2010. Tutti i dettagli dello studio e dell'articolo sono disponibili su www.lancet.com/crash-2

 


Comunicato formato stampabile