Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
Siete qui :   Home » News
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News

 

Insieme per una battaglia di civiltà
Decreto legge contro la pirateria e la criminalità stradale
L’AIFVS, nell’apprezzare l’iniziativa di un gruppo di genitori che sono ricorsi alla strategia di comprare una pagina del Corriere della Sera per diffondere la richiesta di giustizia per le vittime della strada, rileva che tale spesa a loro carico poteva essere evitata se il Governo avesse posto attenzione alle giuste richieste dei familiari delle vittime.
Richieste che l’AIFVS ha portato avanti negli anni, sedimentando una complessità di esperienza che le permette sia di essere legittimata a rappresentare l’interesse sociale e collettivo a tutela della salute e della vita sulla strada, e sia di avanzare proposte di giustizia che superino le discriminazioni.
C’è molto da fare in questo campo, le divisioni non pagano, il confronto permette di rendere più complete le proposte e di ritrovare in una battaglia di civiltà le radici di un faticoso percorso, che culmina nella richiesta di modifica dell’articolo 111 della Costituzione per il riconoscimento della dignità processuale della vittima, oltre che delle direttive europee.
Intanto, vista l’inerzia del legislatore nel discutere le proposte di legge in tema di omicidio stradale, la 3274 dell’AIFVS e quella dell’Associazione Lorenzo Guarnieri, ritenendo che il cammino di una legge ordinaria impieghi troppo tempo per riuscire a rimediare all’attuale squilibrio tra pene e beni giuridici tutelati, a garanzia delle persone, l’AIFVS fa appello al Governo affinché emani senza ritardi un decreto legge che attui la riforma dell’omicidio stradale in seno al codice penale, e nel contempo garantisca una corsia preferenziale, esente da oneri, per i processi che riguardano le vittime della strada.
Giuseppa Cassaniti Mastrojeni
Presidente AIFVS