Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...
Siete qui :   Home » News
 
 
 
 

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News
Risarcimento danno biologico - il 27/10/2011 * 16:26
Comunicato stampa  AIFVS

L’AIFVS plaude alla sinergia tra Governo e Camera contro la riduzione dei risarcimenti alle vittime della strada La Aifvs esprime grande soddisfazione per l’ascolto e la comprensione dimostrata dal Governo e dalla Camera all’appello lanciato dalla stessa AIFVS per il ritiro dell’abnorme provvedimento di riduzione dei risarcimenti alle vittime della strada
, contrario ad ogni senso umano di solidarietà, al principio europeo e costituzionale del risarcimento integrale, alla pronuncia della Cassazione sui valori congrui risarcitori delle tabelle del Tribunale di Milano,alla evoluzione giurisprudenziale sul risarcimento del danno non patrimoniale.

Un appello subito rivolto da tutte le sedi dell’AIFVS al Presidente della Repubblica a non firmare il dpr del 3 agosto scorso e al Governo a ritirare il provvedimento, la cui iniquità a danno delle vittime della strada è stata subito recepita dal Sottosegretario Stefano Saglia del Ministero dello Sviluppo economico: il 28 settembre scorso, il Sottosegretario Saglia,consultatosi con l’AIFVS quale parte sociale rappresentativa dei diritti delle vittime della strada, ha manifestato comprensione del problema ed ha assicurato il suo fattivo interessamento, di cui ha dato atto anche dichiarando il consenso del Governo alla votazione della Camera.

Dopo la bocciatura della mozione Valducci del PDL, che di fatto riduceva i risarcimenti, la quasi unanimità raggiunta sulla mozione Pisicchio (428 voti a favore e solo 6 contrari) – che impegna il Governo a ritirare il provvedimento del 3 agosto scorso sulle tabelle delle menomazioni all’integrità psicofisica da 10 a 100 punti di invalidità e a definire un nuovo regolamento con l’utilizzo della tabella del Tribunale di Milano – dimostra che va riconosciuto il peso di un problema e per la sua soluzione va costruita la necessaria convergenza bipartisan, superando distruttive opposizioni.

Riconosciamo al Governo tramite il Sottosegretario Saglia l’apertura al confronto e la disponibilità alla convergenza: l’approvazione della mozione Pisicchio in nome del Popolo Italiano alla Camera dei Deputati, fa assurgere alla tabella del Tribunale di Milano la qualifica di Tabella unica nazionale, ritenendo i valori minimi in essa espressi come limiti per definire congrui i risarcimenti.

Giuseppa Cassaniti Mastrojeni presidente AIFVS

(Pubbl. AIFVS 27/10/2011)