Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...
Siete qui :   Home » Opuscoli 4° volume 2002: Eros Dalle Cave
 
 
 
 

Opuscoli 4° volume 2002: Eros Dalle Cave

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Eros Dalle Cave, 22 anni - Borgo  Sabotino (LT) -  16 gennaio 1978 - 25 giugno 2000

Eros Delle Cave.jpg La perdita di Eros viene da molto lontano, perché è dalla Russia che vengono i cinque pirati ubriachi, clandestini senza nessun diritto di stare in Italia, che su un’auto a 130 chilometri all’ora lo investono mentre cammina sul ciglio della strada alle 00:05  del 25 giugno 2000 insieme ad un suo amico, morto anche lui mentre un terzo si salva miracolosamente, dandosi poi alla fuga senza soccorrerli.
 
Inizia il calvario della giustizia.
Dopo 6 mesi di arresto il guidatore, quello che ha ucciso il mio Eros,  lascia il carcere per decorrenza dei termini, gli altri vengono espulsi dal territorio (italiano, o almeno spero).

Cerco di evitare la scarcerazione, mi incateno davanti al Quirinale per protesta, inutilmente; mi batto per una giusta punizione, invece il Tribunale di Latina emette una sentenza di condanna  a due anni di carcere … ma con l’immediata espulsione, per cui l’omicida dopo la lettura mi guarda e ride prima di andarsene libero, lui che ha ucciso due ragazzi come bestie.
Ordine e sicurezza sono un diritto di tutti, ma non a Foce Verde, visto che quell’auto era stata più volte segnalata – e se chi di dovere ne avesse tenuto conto quelle due anime innocenti sarebbero ancora con noi.

Sono giorni tristi, pensieri implacabili e dolore enorme, giorni neri nei quali si dubita di trovarci in un paese civile, giorni in cui ogni speranza sembra morta con quello schianto.
 
Ma è necessario farci forza, è necessario lottare, tutti insieme,nella nostra Associazione: per il sorriso del nostro dolce Eros, per il diritto di vivere, per la giustizia.


 Mamma, papà, i fratelli Giulia e Biagio


Data di creazione : 31/12/2007 * 11:49
Categoria : -
Pagina letta 12316 volte